domenica 19 gennaio 2014

To be by your side

E' uno di quei giorni che, ti prende la malinconia, e fino a sera non se ne va più.
Poi però ci sono quegli occhi, che mi mettono assieme. Quella mano asciutta e calda, che si posa fra lo zigomo e il collo, a dirmi che le cose stanno prendendo la giusta forma, il giusto colore.
E nei blogghi amici, leggo citazioni come questa:
Aspettare che ‘passi’, nella vita, non è mai una valida soluzione, fa perdere di vista il presente, ipoteca il futuro alla luce di una non meglio precisata aspettativa di una condizione migliore che esiste solo nella mente. (Daffus)
O questa:
Se tu sarai capace di stare senza attesa, vedrai cose che gli altri non vedono. Quello a cui tieni, quello che ti capiterà, non verrà con un’attesa. (The scientist)
E sorrido un po', perchè è vero che stamani, nella pioggia battente, ho saputo disperdere ogni inutile trepidare.
 

From the deepest ocean
To the highest peak,
Through the frontiers of your sleep.
Into the valley where we dare not speak,
To be by your side.

Across the endless wilderness
where all the beasts bow down their heads.
Darling I will never rest
till I am by your side.

Every mile and every year
Time and Distance disappear
I cannot explain this, dear No,
I will not even try.


Dai profondi oceani
Fino alle cime più alte,
Attraverso le frontiere del tuo sonno
Nelle vallate dove non osiamo parlare
Per essere al tuo fianco.

Attraverso gli luoghi infiniti e selvaggi
dove tutte le bestie chinano il loro capo
Cara, io non riposerò mai
finché non sarò al tuo fianco.

Ogni miglia ed ogni anno
Il tempo e le distanze scompaiono
Non riesco a spiegarlo, no tesoro,
E non ci proverò nemmeno.

8 commenti:

  1. se passavi dal mio blog, trovi in ogni anfratto di esso "mi incastro col presente".. il domani sarà il mio presente ;-)

    buon lunedì :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mica facile...per me, una scuola continua :)
      Baci baby

      Elimina
  2. Eppure se penso all'attesa, la prima cosa che mi viene in mente è quella dolce di una mamma incinta: "e se oggi non sappiamo attendere più, è perché siamo a corto di speranza. Se ne sono disseccate le sorgenti. Soffriamo una profonda crisi di desiderio. Attendere: infinito del verbo amare."??? A volte penso di sì

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un discorso è non saper attendere, l'altro non volersi consumare di attese.
      Io sogno da morire, ma basta aspettative. Viene quello che deve venire, al momento giusto...
      Fino ad ora, ha funziinato :)

      Elimina
  3. vabbè, io non potrò mai essere così aulico !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è vero...la tua è una prosa di juta, ma morbida... :)

      Elimina
    2. io sono cintura nera di razionalità, prendetemi per quello che sono

      perchè dovresti aver capito male ? cos'è che non va nella Bruni Tedeschi? anche io la troco molto bella

      Elimina
    3. Perché è una donna che piace alle donne... :)

      Elimina

La vita è così, stupisce

La vita è così, stupisce

Mi piace

  • Paolo Rumiz
  • Passenger
  • Walter Bonatti e Rossana Podestà
  • pita ghiros