venerdì 26 settembre 2014

SPSP

Ispirata da Boh ho proposto ai miei alunni di quinta un testo in SPSP.
Che dire. Sono liberi, non hanno strutture, per loro è quasi facile.
"Ti vedo, anzi non ti vedo. 
Compare la tua coda dritta come un'antenna, 
da dietro l'armadio".
Le parole fluiscono: godono nello scriverle, nel leggerle, nel commentare quelle altrui. 
Vogliono che anch'io scriva, e lo faccio. Insieme a loro, nel cerchio del dire,  metto giù e condivido. I loro testi sono leggeri, armonici, veri. Il mio si inceppa, si arrotola, fatica a decollare. Lo dico alzando le mani: "mi arrendo, avete vinto".
Prima di sgomberare l'aula M e A si avvicinano. "Maestra, giochiamo anche lunedì?"

12 commenti:

  1. Spiega un po' meglio...
    Scusa eh, solo per dire che non so di cosa stai parlando :-)

    RispondiElimina
  2. Uomo, Mariella e Wannabe:
    Scusate...ho linkato Boh pensando fosse quello il passaggio. Invece bastavano due righe extra.
    SPSP = seconda persona singolare presente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Ora è' più chiaro. A volte capita anche a me di usare questo espediente quando scrivo!

      Elimina
  3. Ero andato a leggere la pagina del diario di Boh.
    Mi mancava il significato per la seconda pi.
    Ora c'è.
    Grazie.

    RispondiElimina
  4. Bello parlare dell' altro, bello anche perchè spesso, all' altro, non si presta attenzione, e quindi mettersi nei suoi panni... è un bell' esercizio ;) Un gioco divertente che, come M e A, spero stiate replicando anche oggi :)

    RispondiElimina
  5. Davvero una bella iniziativa, brava! E grazie per diffondere questo modo di scrivere! Noi ci crediamo molto, per quello abbiamo lanciato il gruppo e la selezione. Per chi passa di qui e vuole saperne di più:
    http://spspfiction.wordpress.com

    RispondiElimina
  6. Ragazza, i tuoi alunni son fortunati. Non per questa cosa specifica (grazie della "citazione"), ma per il fatto che trovo raro che una maestra abbia il coraggio di sperimentare in questo modo e il tutto partendo da un semplice posto. Viva i blog :p

    RispondiElimina
  7. Come mi piace questo intesercare di cose :)
    senza contare che una maestra che fa dire ai suoi alunni quando insegna:
    ""Maestra, giochiamo anche lunedì?" è una GRANDE INSEGNANTE

    RispondiElimina

La vita è così, stupisce

La vita è così, stupisce

Mi piace

  • Paolo Rumiz
  • Passenger
  • Walter Bonatti e Rossana Podestà
  • pita ghiros