giovedì 6 marzo 2014

Stelle


Quando l'appartenersi di una donna e di un uomo
diventa possesso, allora si può essere perduti,
perchè si perde solo ciò che si possiede.

C'è un angolo dove lei va.
Un posto che si occupa con poco: le braccia a raccogliere le gambe, il mento fra le ginocchia.
Meno ingombro possibile, e si fa compatta.
Appese con lo spillo, tutte intorno, ci sono istantanee d'amore. Perché quello è il posto dell'amore, dei sospiri che escono dagli occhi, dei posti belli in cui ha fatto ciondolare le gambe, i sogni nei piedi. Le ha messe lì in fila, quelle immagini belle da bruciare gli occhi.
E poi l'ha scritto sul muro, con il colore degli errori.
Mi chiedo solo: non me ne potevo accorgere per conto mio di esserci? Pare di no. Pare che ci vuole un'altra persona che avvisa.
A volte qualcuno la chiama, le domanda di tornare. E lei a malincuore si alza, rimette il corpo al mondo, si dispone a vivere.
Lo sa di essere nata male, perché è l'amore a farla calda. Non il sole, non un volo di uccelli, non l'odore salato di barche e conchiglie.
Il mondo intorno è poco in confronto alla grandezza che le si allarga in petto.
Un urto dentro di lei le fa credere di non farcela, troppa violenza ci vuole per ridursi. 
Però si può fare. Stringersi, occupare poco spazio.
La nebulosa si contrae, nell'attesa di farsi stella.


P.s. Grazie Erri

20 commenti:

  1. Brava Gioia ! Ritorno qui e trovo un bel momento di poesia.

    RispondiElimina
  2. che devo dirti.... io non capisco queste parole.... ma non capisco proprio Erri De Luca....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fra, io capisco :)
      Capisco che i "sentire" sono tanti, e oggettivi.
      Le parole (di chiunque) hanno eco solo quando hai attraversato o vissuto quel sentire.
      Ciao ;)

      Elimina
  3. Risposte
    1. Eh, le guardi con altri occhi ora...
      *_*

      Elimina
  4. Erri ti porta a leggere e rileggere all'infinito le sue parole... sono come migliaia di stelle sparse in cielo, quando trovi i collegamenti trovi la costellazione giusta e dai un senso al tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sì Daffus, per me è proprio così...quella sua essenziale profondità mi dice così tanto...

      Elimina
  5. Tutto descritto in modo perfetto...
    "Stringersi, occupare poco spazio.
    La nebulosa si contrae, nell'attesa di farsi stella".
    Ci sei riuscita ancora a trovare parole perfette, che siano le tue o di altri, sei sempre brava a regalarcele. Grazie cara.
    Laram

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te che passi di qui e lasci sempre un po' di te...

      Elimina
  6. E qui io vengo a sospirar :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sospirar le stelle!!!! E' Pirandello.
      Ho dovuto cercarlo :))
      Ma era una citazione voluta? O casuale?

      Elimina
  7. Io lo amo. E lo so. Sono parole che scorrono nell'anima. E mi sento spesso come un piccolo ciottolo di fiume che viene accarezzato lentamente dalle sue parole. Grazie Gioia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fra me, te e la piccola Scientist, potremmo fondare un fans club :)

      Elimina
  8. ...il sole nella pioggia

    RispondiElimina
  9. talmente bello da lasciare senza parole

    RispondiElimina

La vita è così, stupisce

La vita è così, stupisce

Mi piace

  • Paolo Rumiz
  • Passenger
  • Walter Bonatti e Rossana Podestà
  • pita ghiros