lunedì 3 marzo 2014

Gatti e sogni

Un fine settimana di quelli che restano.
Te li ricordi un giorno grigio che cammini controvento, il mare di schiuma sotto, le mani in fondo alle tasche. E un pomeriggio,  mentre carichi le borse della spesa e ti sorprende la prima rondine. Allora ti fermi, ti scappa un sorriso.
Ho visto Sorrentino e credo che Servillo, con la sua meravigliosa faccia da cattivo ragazzo abbia cambiato le sorti di un buon film (immagini da oscar, quelle proprio sì).
Ma prima del cinema. Patate al forno e l'ultimo triangolo di Toblerone. Dai, mangialo tu. No, tu.
E dopo il cinema. Le luci gialle sotto la montagna, un tè alla liquirizia che fa dolce la bocca. Il vento, che pare voglia tener serrate le imposte. Voi dormite, che al resto ci penso io, dice.
Lo sogno elegante come un cadetto, scendere la strada vecchia, un po' di primavera a sollevargli la giacchetta azzurra.
Questa sera l'atterraggio ha richiesto un notevole impegno. Riappoggiare i piedi al suolo è per me cosa complessa.
Allora, siccome è pur sempre carnevale, mi sono vestita da gatto. 
Coi baffi, le orecchie, il naso. Ma solo così, per stare a casa, caricare la lavastoviglie, offrire una tisana alla Giuli, disfare i bagagli.
Poi ho recuperato la scatola delle meraviglie, quella con dentro i tulle, i nastri, le stoffe colorate. E tutta carnevalesca mi son messa lì a imbastire un regalino per la piccola Agata.
Oddio, ero triste lo stesso. Un gatto triste. Ma almeno.

18 commenti:

  1. ti sei vestita da carnevale per stare in casa ?

    RispondiElimina
  2. Mi piacciono i post così.
    Mi sembra di vedere le scene di un film (visto che si parla anche di cinema), dove però può saltare velocemente le scene per e poi mandare al rallentatore alcuni fotogrammi. Ecco ti porgo nuovamente il telecomando e aspetto il prossimo "film" :)

    P.S.
    Ti mascheri per stare in casa..... tutta la mia stima (per quel che può valere :p ) :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :)
      P.s. poi ti ripasso il telecomando, perché fra un po' il film dovrai farcelo tu...Bologna vi attende!!!!! :)))
      E noi attendiamo resoconto dettagliatissimo.

      Elimina
    2. Il mio intuito fuori dal comune.... mi dice che non sarai de "nostri" :p

      Elimina
    3. No...ci avevo pure pensato. Ma non posso farcela adesso...
      Però DOVETE raccontare :)))

      Elimina
  3. uhm da gatto...quasi quasi.. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma niente pin-up smutandata????? :D

      Elimina
  4. che bella che sei, scrivi e si vede te.... bella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grassssie...ed ho amici belli :)

      Elimina
  5. Meraviglioso fare le cose anche solo per noi e per il gusto di farle... miaooooo... un comportamento molto felino ;0)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E dire che io sono proprio cane...ma cane cane.

      Elimina
  6. Ahaha, a me non sembra così triste quel gatto... :) Ciaoooo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti garantisco. Poi però i gatti si fanno grattare un pochino in mezzo alle orecchie e stanno meglio. Così ho fatto... :)

      Elimina
    2. :-) è vero! un grattino e tutto è un po' più leggero. Li invidio a volte, anzi direi sempre!

      Elimina
  7. A me è piaciuto tanto il film di Sorrentino e adoro Servillo (pure il fratello non è male, l'ho sentito sentito dal vivo ed è stato emozionante). E indovina un po'? continuano i parallelismi... Carnevale 1989 vestita da gatto nero! Si toccavano tutti quando passavo, chissà perché? :-D

    RispondiElimina
  8. Avevi la coda????? Io me la sono scordata... :))
    p.s. ma quanta angoscia mette addosso quel film?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, coda lunga con fil di ferro dentro... non ti dico che succedeva se mi sedevo senza ricordarmi di averla :-D
      Ovvio che la sensazione di squallore per certi ambienti, per il vuoto e la desolazione delle vite dei personaggi si respira a fondo, ma ho amato anche questo, in contrasto con lo stupore per luoghi visti, ma non con occhi abbastanza aperti. Roma è stupenda e mi è venuta voglia di andare ad esplorarla un po' di più.. Vieni con me??

      Elimina

La vita è così, stupisce

La vita è così, stupisce

Mi piace

  • Paolo Rumiz
  • Passenger
  • Walter Bonatti e Rossana Podestà
  • pita ghiros