giovedì 23 aprile 2015

Bella gente



Non mi stanco di guardare questa nuova maestra che mi affianca. E' brava. Sa ascoltare, tiene gli occhi negli occhi dei bimbi, non giudica, ironizza senza svilire, porta aria buona. E' mamma, ha figli grandi, ma la risata cristallina è quella di una ragazza. Pare così in pace.
Provo trasporto e ammirazione incondizionata nei confronti di chi non mostra ombre. Di quelle rarissime anime belle che dalla prima stretta di mano stanno lì, per come sono, carne e ossa e storia. Sembrano dirti "eccomi qui, ho i miei casini, il culo grosso, piglio seicento euro al mese, soffro di reflusso gastrico. Ma oggi c'è il sole, cazzo. Piacere di conoscerti".

Ho chiesto ai miei alunni di quinta come si fa ad essere felici.
Alcune parole accomunano i loro testi, e paiono fiori: amare, condividere, lottare (per quello in cui si crede), esprimere, fidarsi. Cacchio, io sto ai primi step e non so se il grosso è fatto o deve ancora venire.
Aver cura di sè, dice qualcuno. Mi pare la summa di tutto.

16 commenti:

  1. Approvo. Avere cura di sè è il punto da cui partire. Io ci sto ancora lavorando.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io? Altissimo mare :)
      Basta sapere dove si vuole arrivare, no?

      Elimina
  2. > chi non mostra ombre

    mi inquieta.
    Le persone apparentemente irreprensibili sono spesso demoniache.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, scusate mi sono espressa male (difatti nel passaggio successivo scrivo "quelle rarissime anime belle che dalla prima stretta di mano stanno lì, per come sono, carne e ossa e storia").
      Intendevo dire. Ammiro chi i suoi limiti li dichiara apertamente, e non li cela. Per "ombre" intendevo tracce non dichiarate. Quindi concordo :)))

      Elimina
  3. Ma oggi c'è il sole, cazzo.

    (I love Gioia)

    RispondiElimina
  4. Aver cura di se, coccolarsi, amarsi e sapere che la felicità è fatta di attimi, come ali di farlalle a volte sono in movimento a volte sono ferme. La felicità è uguale, a volte c'è a volte no

    RispondiElimina
  5. Pippa che cita il cazzo...
    Certo che un blog con sti commenti dove lo ritrovi?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma scherzi, lo so.
      Qui solo clientela selezionata :)

      Elimina
  6. Risposte
    1. Già. E tu, a che punto sei? ;)

      Elimina
    2. io mi summo degnamente direi
      ;-)

      Elimina
  7. Non ti pare, e'!!!!!!!!!!!!!!!!

    J.

    RispondiElimina

La vita è così, stupisce

La vita è così, stupisce

Mi piace

  • Paolo Rumiz
  • Passenger
  • Walter Bonatti e Rossana Podestà
  • pita ghiros