lunedì 19 ottobre 2015

Il coraggio della gioia


Nell'età delle commozioni il cuore non basta a reggere la spinta del sangue.
(Erri De Luca)

Sono stata in questo posto gialloarancione, e non volevo più tornare.
C'era una casina sulla piana, e lì sarei rimasta, col fuoco acceso. Chi vuole un piatto di minestra calda, un dolce sonno, una sigaretta condivisa nel portico, lì mi raggiunga.
Sono cresciuta, non so proprio dove sia finita la maestra magra magra, sfuggente, ferita dalla luce. 
Ma ci sono momenti in cui le cose del mondo mi paiono ancora troppo acute, mordaci. In cui amare (nel senso suo più ampio) mi rende così meravigliosamente morbida e così paurosamente esposta da farmi pensare che forse dovevo esser monaca. E magari bestemmio, ma amare un Cristo in croce sa di fuga, resa, sa di paura. Piange quel Cristo, grida? Racconta, esce di casa (tornerà?), spezza il pane e te lo porge? Ride, ti tocca le cosce, respira fiato caldo sul tuo seno?
Troppo facile. Ci vuole fegato, per darsi alla vita.

26 commenti:

  1. Già. Ci vuole fegato. A me ne manca un bel pezzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mmmm.
      Ultimamente colgo una certa...amarezza.
      Malinconia, rimpianto?

      Elimina
    2. Come ultimamente? Sembro un disco rotto che ripete le stesse cose da un bel po' ormai.
      Malinconia da rimpianti, si.

      Elimina
    3. Allora ultimamente è più amara, l'amarezza.
      Avrei molto da dire. Mai rimpianti, mai mai.

      Elimina
    4. È utile per apprezzare ancora di più il Blues ;)

      Elimina
  2. è per fortuna, le donne altro che fegato...scusa questo rigurgito femminista,
    però è un dato di fatto.Tu ne sei un esempio, anche se vorresti restare nella casina nel bosco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio così. La casina nel bosco.
      Ma posso anche se c'ho fegato?

      Elimina
  3. Ci vuole pelo sullo stomaco. Dice Vasco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pippuzza, tu sai che io con Vasco proprio non ci piglio.
      Ma con te si :)))

      Elimina
  4. Io conosco solo donne con un fegato grosso così. Spesso doppio. Hanno preso pure la parte degli uomini. Tipo te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noooooo...io non sono così. Sono tutta panna.

      Elimina
    2. Tu sei una finta panna :-)

      Elimina
  5. ci vuole un fisico (e una mente) bestiale. e tu ce l'hai

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fra. E se lo dici tu, che porti il Garmin pure all'Expo... ;D

      Elimina
  6. ...ci vuole fegato per darsi alla vita...
    frase speciale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissima, peraltro.
      Ciao Patalicina

      Elimina
  7. uhm con le scarpe adatte questa volta.
    saluti
    insetto marrone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Insetto marrone!!!! Cose ne è di te? :))))
      C'hai una memoria tu, ragazzo...

      Elimina
  8. che se esce il Cristo di casa, vedi quanto ci metto a cambiare il fabbro a cambiare la serratura.

    Ma per fortuna, io e te, siamo diverse e se quello che scrivi ti porta gioia in nome e in fatto, il mio cuore si gonfia per te.

    Baci :*

    RispondiElimina
  9. "fiato caldo sul tuo seno" Bellissima.. quello che provo e che avrei voluto scrivere io.. ma a volte le cose semplici fanno fatica.. come se dovessero carpiarsi per forza certi concetti per esprimere una serenità.. che cazzata..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, capita. Poi scopri una via breve e corta...

      Elimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ho letto lo stesso Enzo :))
      Apprezzo sempre la tua schiettezza, lo sai.
      E' vero, non sempre è tutto in linea (post, commentatori, commenti, risposte)...ma non mi aspetto neppure che lo sia. Io scrivo per dirmi, perchè è un bisogno, e se condivido mi pare più bello. Ma non è comunque e sempre indispensabile.
      Un abbraccio!!!

      Elimina

La vita è così, stupisce

La vita è così, stupisce

Mi piace

  • Paolo Rumiz
  • Passenger
  • Walter Bonatti e Rossana Podestà
  • pita ghiros