giovedì 21 aprile 2016

Gioialbero

Oggi abbiamo fatto un lavoro bello.
Se fossi un albero
Avrei un lungo tronco liscio, chiaro e flessuoso.
Avrei la chioma aperta e i rami arcuati, le foglie spesse, d'acqua e fibra.
Nel bosco sarei piantato in mezzo ad altri, dove le radici si accarezzano, e sfiorandosi sussurrano. Io sono qui, tu dove sei? Ecco la terra morbida, le zolle tenere, vieni, ti faccio spazio. C'è posto anche per te. Dimmi delle tue foglie. Riposami accanto. Crescimi appresso.
Una bambina di seconda ha scelto di disegnare me, una Gioia albero


Ospito decine di piccoli uccelli, e svariati animaletti abitano le mie fessure. Pullulo di vita e movimento e primordiale caos.
Ho fiori fucsia, ha detto, perchè sono sempre allegra.
E in alto, li vedo bene, ci sono i tanti rami potati. Che tocca, tocca tagliare, non c'è verso. Tocca cambiare direzione alle fronde, fare largo al nuovo, al fresco, al verde, che sempre avanza. Crescere, è mutare, costantemente. Quando ho potato, l'ho fatto perchè ero ferma, immobile, e non c'era orizzonte, o desiderio, o meta, che valesse un sogno. 
Guardalo lì, quell'albero sognatore e lungo. Sono proprio io.

29 commenti:

  1. Ma e' un disegno bellissimo! :D

    RispondiElimina
  2. ma perché ti vede altissima !!!!

    RispondiElimina
  3. Che bello Gioia! E pure una casetta blu a mezza collina a cui fai ombra e su cui vigili *_* e da quella casetta vengono a prendersi cura di te e a giocare!
    Proprio un bel disegno :)

    RispondiElimina
  4. mica è semplice capire che, la potatura è importante, per rinvigorire il nuovo che cresce...
    bellissimo disegno...i bambini hanno occhi profondi, vedono cose di noi che spesso neanche immaginiamo.
    Ti abitano tante cose belle, evidentemente semini bene con i tuoi bambini :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già. Le potature. Chi pota e si pota è spesso implacabile con i suoi limiti...

      Elimina
  5. Che poi lunga lo sei davvero <3

    RispondiElimina
  6. Un bambino vide che il Re era nudo, questa bambina ha visto che Gioia è... Gioia.
    Bacio.

    RispondiElimina
  7. È più alto e bello pure di quello dell'expo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma quello è finto Vipero...

      Elimina
    2. Si ma lui non lo sa. Lo discriminiamo per questo?

      Elimina
    3. Scemo che sei.
      Con molto affetto. :D

      Elimina
  8. Attingi energia e vita dai tuoi bambini, hai una grande e meritata fortuna e il disegno ha colori bellissimi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo Enzo. Attingo una grandissima energia. Guai, guai se non li avessi...

      Elimina
  9. Tutto è molto poetico
    scivola un po' sugli animaletti che abitano le fessure
    ma per il resto è fantasioso e geniale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, lo sapevo. Sapevo che uno dei bloggheri maschi l'avrebbe detto ;P

      Elimina
  10. Disegno di una delicatezza indescrivibile.
    Gina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio così...anche se io con questa bimba sono una roccia...perchè lei stessa è tostissima...

      Elimina
  11. quando sento parlare di alberi... mi risuona in mente questa meraviglia di canzone:
    https://www.youtube.com/watch?v=EFiD_GDwcEc

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'abbiamo pure ripescata a scuola!!! Brava Daffus...

      Elimina
  12. Ciao Gioia bellissimo il tuo blog.Conservo sempre un ricordo speciale di te..Un abbraccio Andreina

    RispondiElimina
  13. Ciao Gioia bellissimo il tuo blog.Conservo sempre un ricordo speciale di te..Un abbraccio Andreina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, questa è una carrambata pazzesca. Andreina, ma come sei arrivata qui???
      Ti prego ragazza, scrivimi sulla mail.
      Mille baci.
      P.s. per il resto del mondo...io e l'Andreina andavamo a ballare assieme, quando avevamo quindici anni :))) Una bionda e una mora, belle come due farfalle...

      Elimina
  14. Quanta poesia nei disegni dei bambini... vedere con i loro occhi sarebbe magico. Buon primo maggio cara...

    RispondiElimina

La vita è così, stupisce

La vita è così, stupisce

Mi piace

  • Paolo Rumiz
  • Passenger
  • Walter Bonatti e Rossana Podestà
  • pita ghiros