domenica 14 gennaio 2018

Resti di ieri

Ieri sera dopo cena eravamo stesi sul divano, con il solito assetto. Perchè se fino ad una certa ora ognuno occupa il suo posto, più tardi si finisce per sovrapporsi in qualche modo, vuoi per un grattino, vuoi per la mia propensione alle mescolanze.
Insomma lui si è tirato su, che doveva mettere un legno nella stufa e nell'atto di alzarsi ha inanellato una serie di gesti che parevano studiati, per quanto mi son parsi belli. 
In sequenza:
1) si è messo a sedere rapido, svelto, sciolto;
2) si è passato le mani ai lati della testa, come a volersi sistemare un poco o come a cacciare il primo sonno;
3) si è sollevato e ha tolto la felpa in un unico, elastico gesto;
4) con indosso la sua t-shirt grigia a maniche corte (e le braccia lunghissime all'aria) è andato verso la stufa.
Ecco, io so cosa vorreste dire. Che non c'è proprio nulla di così esaltante.
E invece vi sbagliate. Perchè nel momento in cui è passato dalla posizione stesa a quella seduta, io l'ho visto ventenne. Non so dire perchè, davvero, ma d'un tratto lì sul divano c'era il ragazzo scarmigliato e inquieto e sognante della foto che teniamo sul cassettone. 
Mi sono commossa e gliel'ho detto ovviamente, in qualche modo ho cercato di mettere parole. E mentre dicevo, mi sono ricordata della nostra prima gita, del suo modo di estrarre la sigaretta dal pacchetto: conservava un che di adolescenziale, di esposto, di vulnerabile, a dispetto dell'aria sicura che voleva ostentare.
Oggi ripensandoci, ho capito che sono le tracce di slancio infantile, i residui acerbi, il sentore che in un cuore possa annidarsi un palpito ingenuo e sognante, a calamitarmi e sedurmi. 
Immagino che sia la mia ragazza, ballerina e fremente, a scegliere per me.

24 commenti:

  1. no no, figurati capisco benissimo.... ti sarai sentita tanto innamorata.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma al di là del sentimento, lì c'era il ragazzo.
      So che sei pragmatico, ma devi un pochino credermi... ;))

      Elimina
    2. Guarda che io so essere così ma devo aver accanto una donna che lo riconosca.... per questo ti ho immaginata innamorata

      Elimina
    3. Ah, lo so. So che sei anche romantico.

      Elimina
  2. Come ti capisco! Ci son dei momenti, dei gesti, delle frazioni di attimo in cui vediamo sprazzi di passato non vissuto o viceversa sentori di futuro.
    Ed è affascinante il rendersene conto *.*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che sensazione forte!!!
      Che ti resta quell'idea, di un filo che lega tutto.

      Elimina
  3. Non sai quanta tenerezza mi fate, a leggere questo post...
    Un misto di tenerezza e nostalgia intensa. Eh, sospiro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai, io credo che sia già scritto. Devi solo volerci arrivare...

      Elimina
  4. Mi sento fortunata perché la tua sensazione l'ho capita, e posso individuare il preciso momento in cui l' ho vissuta...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Pippa, hai ragionissima.
      Fortuna, e doppia.
      Fortuna che capiti, fortuna ad avere occhi per vedere.

      Elimina
  5. E' una sensazione che a volte prende anche me
    che ho trent'anni più di te
    non finiremo mai di essere monelli,
    a volte capita che stia per fare un complimento a una ragazza e poi mi ricordo la mia età e mi giro quasi vergognandomi.
    Comunque pare che la temperatura ambiente di casa tua sia un po' troppo alta, stai più attenta ai consumi.
    Buonanotte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sui consumi mi son fatta una risata di quelle...
      Mai giudizosi, mai.

      Elimina
  6. Mi è stata detta una cosa simile tempo fa.
    In effetti è piacevole :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto nel tuo diario di prestazioni da uomo bionico...non riesco neanche a commentare!!! ;D

      Elimina
  7. Penso che non ci sia nulla di più bello che vedersi ancora ventenni, in coppia. Di ricordarsi di quei momenti lì, di quei gesti, di quelle sensazioni tardo adolescenziali. Essere capaci di vedersi ancora attraverso lo sguardo di quei primi momenti, a mio avviso, è di una dolcezza infinita.
    Siete belli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cosa bella è che noi ci siamo conosciuti da grandi...con parecchio vissuto alle spalle, se non altro in temini relazionali.
      A volte ci raccontiamo come sarebbe stato, incontrarci ragazzi, che impressione avremmo avuto, uno dell'altra, se ci saremmo comunque innamorati...

      Elimina
  8. conservare i gesti "ragazzi" non è da tutti ed è sempre un bel segnale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo...che poi è capitato altre volte...

      Elimina
    2. è capitato anche a me, sia di osservarli (quei gesti), sia di sentirli notati su di me

      Elimina
  9. Bello l'amore, bello sempre e comunque, bello quando a incontrarsi è quel che si è e quel che si era e anche se quel che si era non lo si è conosciuto poi così tanto lo si intravede e ama...Bello, bello davvero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, "intravedere" è la parola giusta... :)

      Elimina
  10. Risposte
    1. Eh si Luisa...benvenuta 😊
      In verità non volevo scrivere un melenso post coi cuoricini attorno, ma é venuto così.
      Volevo rimarcare quanto mi incanta chi (uomini o donne di ogni età) conserva qualcosa di acerbo...

      Elimina
  11. Sul mio blog un bel premio (meritatissimo) per te!

    RispondiElimina

La vita è così, stupisce

La vita è così, stupisce

Mi piace

  • Paolo Rumiz
  • Passenger
  • Walter Bonatti e Rossana Podestà
  • pita ghiros