sabato 4 marzo 2017

Patata affair



L'altro giorno chiacchieravo con il prof di matematica che lavora da noi alle medie. Mi raccontava che un ragazzo piuttosto svogliato e problematico si è dato un'inattesa mossa quando una compagna carina l'ha puzecchiato. O meglio. Scherzando gli ha detto che se non si fosse impegnato di più con lo studio non lo avrebbe invitato alla sua festa di compleanno.
E il prof commentava che come sempre, "a pussy hair pulls better than a pair of horses". O in friulano: "al tire plui un pel di frice ca un par di buus".
L'indiscusso potere della patata (con i suoi corsi e ricorsi storici, e risvolti sociali, e influssi sulle cose del mondo) mi ha sempre riempita di stupore. Non certo perchè sono tanto candida e virginale da stupirmene, ci mancherebbe. 
Solo perchè uno si dà tutta la spiegazione antropologica, mette in conto la spinta riproduttiva, la perpetuazione della specie e via così. Ma vien da pensare che alcune manciate di millenni abbiano un filo ingentilito - o perlomeno smussato - gli istinti primordiali. Invece si pensa male.
Così un "no", dolcemente espresso, ma senza vaghezza nè margine, si trasforma in un due di picche. 
Non vorrei perpetuare la specie con te, scusa
E dall'oggi al domani diventi la nemica numero uno, col bollo di presuntuosa, tronfia, sprezzante e vanagloriosa. Altrimenti detta: stronza cosmica. Guerra aperta.
Ora, caro Austrlopiteco, credo di potermi permettere serenamente di decidere che uso fare della mia patata. E se questo ferisce il tuo maschio orgoglio preistorico, mi duole assai, ma tant'è.

26 commenti:

  1. Ma quindi hai mollato un due di picche? :D

    Colonna sonora: servi della gleba, elio e le storie tese
    (Cercatevela voi, io so stanco)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E chi non la conosce?! 😃

      Elimina
    2. Gugla.
      (Ma davèro c'è chi non la conosce?)

      Elimina
    3. No! E infatti ho detto..."e chi non la conosce?" 😊

      Elimina
  2. La patata comanda ma di più se giovane

    RispondiElimina
  3. Il fatto è che la patata comanda a quelli che non hanno altri pensieri per la testa. Ovvero, comanda sugli scemi e sui giovani. Dopo un certo numero di bastonate della vita si mette anche la patata in prospettiva.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questa volta sono d'accordo con Lorenzo...vorrei però aggiungere che, " la patata", è stata soppiantata anche da altri gusti.

      Elimina
    2. Mah. Per quel che vedo in giro...trovo più soggiogati gli uomini grandi. Ma qui siamo a nord-est.

      Elimina
    3. Forse là conservate ancora un po' di schiettezza, non vi siete artificializzati e plasticata, metro(de)sessualizzati troppo.

      Elimina
    4. Gaia ho scritto che gli uomini che non resistono alla patata sono di due tipi, i giovani che non hanno pensieri perché non conoscono la vita e gli scemi.

      Ergo, i tuoi "uomini grandi" sono scemi. Non c'entra il nord-est, gli scemi sono la maggioranza della popolazione ovunque.

      Elimina
  4. Patata col ricatto? Due di picche?
    Basta andare con le slot machine: insert coin, problema risolto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottima soluzione direi!

      Elimina
    2. Mark, il punto è proprio che c'è sempre un prezzo da pagare, in un modo o nell'altro. Cambia solo la proporzione tra il gettone e quello che ottieni in cambio. O se vuoi, cambia la percezione del "valore".

      Elimina
    3. Le patate a gettone servono proprio a far scendere al minimo il "prezzo da pagare", sopratutto in termini di tempo e di energie sprecate, poi avendo una alternativa puoi fregartene del "potere" e di quelle che pensano di averlo, prendendo in considerazione solo quelle che meritano veramente delle attenzioni e di passarci del tempo.

      Comunque, al di là di questo, io mi diverto sempre un mondo ad osservare i soliti bavosi che perdono la dignità per stare dietro a delle egocentriche con il cervello scialacquato...


      Elimina
  5. il pussy power non solo è indiscusso, ma ha anche fatto più danni di orgoglio e grandine messi insieme...
    la verità è che se una donna si mette in testa una cosa, non ce n'è per nessun uomo nell'arco di tremila chilometri

    RispondiElimina
  6. ma quindi i maschi alpha potatopower-proof esistono?
    credevo fossero dei miti...
    Togo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sono Vipero, uhhhhh se lo sono XD

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Ala...'sto Vipero...è o non è un mito lui stesso? ;D

      Elimina
    4. Cofermo e condivido Gioia *.*

      Elimina
    5. (ho smesso adesso di arrossire eh, ve possino...)

      Elimina
  7. Riflettevo sull'ultima parte del "patata affair", la donna che con sensibilità e tatto rifiuta l'uomo, la donna che poi diventa quella che "ce l'ha solo lei" o che "se la tira", quanto meno. E' un semplice episodio della grande guerra dei sessi? Davvero non saprei. Comunque sia,e non per piaggeria, forse non sarebbe meglio che al posto delle ritorsioni vendicative l'australopiteco qualche volta si desse semplicemente del coglione, ci ha provato ed è andata male, punto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda. Non avrei potuto dir meglio.
      Mi stavo proprio chiedendo se mi ero espressa male, se avevo scelto parole sbagliate.
      "Con sensibilità e tatto", proprio così.
      Che alcune donne esercitino impropriamente un "potere" manipolando soggetti particolarmente labili, è un dato di fatto. Ma d'altra parte è un dato di fatto che alcune donne (altrettanto labili) siano soggiogate da uomini narcisisti e dominatori.
      Ma credo sia un'altra storia. Chi usa un potere a discapito di altri, comunque agisce in modo scorretto.
      Io parlavo proprio di quella sensibilità e di quel tatto, che comunque, offendono pesantemente e ledono l'orgoglio.
      Grazie :)

      Elimina
    2. Perfetto, perfetta.
      Sottoscrivo.
      Punto.

      Elimina
  8. Eppure, per quanto mi repelle la tendenza maschia al beneficio profuso al tubero e al portatore, devo ammettere che ne ho beneficiato quando ho accettato che sconosciuti viaggiatori mi aiutassero a tirar sul treno i miei trolley carichi di libri nei miei traslochi senza autovettura dei primi tempi :D
    Forse perché - paracula come poche - sapevo che in quel caso beneficiato non porta pena, ché non avrei dovuto elargire nulla.
    Non capirò mai i maschi, ma neppure la stragrande parte di noi femmine sfugge al mio comprendonio :*

    RispondiElimina

La vita è così, stupisce

La vita è così, stupisce

Mi piace

  • Paolo Rumiz
  • Passenger
  • Walter Bonatti e Rossana Podestà
  • pita ghiros