lunedì 21 dicembre 2015

Sorprese


Papà non diceva mai ti voglio bene, lui si faceva amare. Sondavo le profondità dei suoi occhi, dei suoi gesti, per capire. Spesso, troppo spesso, disapprovava.
Ma quando tornava da uno dei suoi viaggi, estraeva dalla valigia meraviglie, per me. Un copricapo indiano, un libro minuscolo da leggere con la lente. Dolcetti dai gusti speziati e sconosciuti.
Forse per questo amo così tanto le sorprese. Amo spalancare bocca e occhi: aprendo un armadio, scendendo le scale, alzando le coperte, frugando nella borsa, rovistando nel cassetto dei calzini, sollevando il cuscino del divano, guardando il display del cellulare.
Mi piacciono gli oggetti inutili, le parole inventate, splendide nella loro frivolezza. Un nastro, un biglietto buffo, una scatolina azzurra, slip a pois, orecchini piumati, penne glitter, un anello di fili intrecciati. 
Mi piacciono cose improbabili, scovate, cacciate, estratte per me.
Mi piace quando qualcuno, pensandomi adopera le mani. Una cuffia rossa a punto riso, una lettera piena di nostalgie e scarabocchi, una cornice sbilenca di conchiglie, un fiore essiccato, un ciondolo di legno levigato, una torta al cioccolato.
Non dimentico mai un'attenzione speciale, l'inattesa grazia di uno slancio impensato.
Sì, lui non diceva mai ti voglio bene. Forse per questo amo le sorprese.

19 commenti:

  1. "Mi piace quando qualcuno, pensandomi, adopera le mani". Anche a me piacciono gli "artigiani" di sorprese, anime in via di estinzione. Ogni tanto mi cimento anche io.Qualche mese fa ho scritto, a mano, una lettera allo scrittore del mio cuore (inutile dire chi,vero?) e a mano gliel'ho consegnata.La cura con cui disegn avo ogni singola lettera, sempre diversa,il pensiero che i suoi occhi avrebbero letto le mie parole,la penna reggeva la mano mentre tutto il resto era in subbuglio.Le mani conservano la memoria delle prese e degli abbracci, è da lì che nascono le sorprese.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' che io già la sapevo questa cosa di Erri...credo di averla letta da Mariella. E ho provato immensa invidia, ma anche grande commozione. Ecco, se qualcuno volesse mai farmi la Sorpresa delle Sorprese, può presentarmi Erri. L'ho detto.
      Ti bacio ragazza...auguri belli <3

      Elimina
  2. di base sei rimasta un po' fanciulla. sei una gran bella persona.

    RispondiElimina
  3. Non credo di saper spiegare la quantità di emozioni che questo post mi suscita. Un groviglio di contrasti tra la nostalgia e l'amore immortale, tra il senso di vuoto e la tenerezza più intima e radicata.
    Papà mi manca in un modo così essenziale che non può esistere compensazione eppure è presente in modo così penetrante che non può che essere parte di quello che sono.
    Le sue sorprese erano sempre attenzioni speciali. Erano coccole mescolate alla ruvidezza come i suoi rimproveri erano artigliate subito lenite.
    Il suo amore per mamma e me era tangibile anche se lui non era facilmente decifrabile.
    Come sempre muovi corde profonde Gioia. Di nuovo grazie per questo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti rispondo qui, che tu mi hai fatto la proposta di là.
      Sì sì sì. Tu l'hai detto e io ho risposto. :)
      Quando vuoi...
      Grazie a te! Auguri al tuo piccolo clan, e bacini

      Elimina
  4. Mi sto martellando le dita per non scrivere la prima banalissima battuta che m'è venuta in mente. è un post così bello (come tutti gli altri del resto), non la merita ;)

    Anche a me piacciono gli oggetti inutili, anzi non riesco proprio a disfarmene. E passo le ore, ogni tanto, a ricordare i momenti vissuti assieme a loro.
    Il guaio, parafrasando una barzelletta, è che se apriamo le finestre per far entrare il sole, dobbiamo uscire noi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda...strano che questa finezza non l'abbia colta Francesco...
      Pensa che tonta come sono ho dovuto rileggere due volte per trovare il passaggio incriminato.
      :D
      Auguri Viperello!!!

      Elimina
  5. E' bello leggere post come questi.

    Mi fanno riflettere su tante cose, mi ricordano un tempo passato.

    Ti abbraccio,

    RispondiElimina
  6. Cara Gioia,
    ti lascio qui i miei auguri di Buon Natale!
    (all'uso mitteleuropeo noi festeggiamo stasera!)
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche qui alcuni festeggiano stasera...io stasera cinema!!! :)
      Auguri a te, un abbraccio!

      Elimina
  7. E' molto tenero questo ricordo... si riesce a immaginarvi, tu e il tuo papà :)
    Quanto alle sorprese beh, anche io le amo molto, anche perchè le ricevo raramente ^^ però da piccolo la cosa che più mi piaceva era ricevere quelle buste piene di regalini a sorpresa, tutti diversi, inattesi, impronosticabili... ed è vero, una sorpresa è un'attenzione in più, anche piccola piccola ma... può fare tanta tanta differenza il pensiero che qualcuno si sia premurato di farci avere quel piccolo oggetto, quel dolce biglietto... presi per noi, e per nessun'altro :)

    Un abbraccio e buon Natale :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Auguri qui...e auguri nelle tue pagine, appena lasciati :)
      Buone "belle sorprese" Maurizio!!!
      Un bacione

      Elimina
  8. Auguri Gioia bella. Con tutto il cuore. ti abbraccio forte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un po' in ritardo ragazza dolce, TI ABBRACCIO PURE IO!!!!

      Elimina
  9. Una volta Bianca mi ha chiesto se le volevo bene
    e da allora ogni tanto glielo ricordo
    "Bianca nonno ti vuol bene davvero"
    e voglio bene anche a te monella mai avuta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, diglielo semprissimo. Non sono mai poche le volte.
      Un abbraccio marinaio :)

      Elimina
  10. http://harry-ilfrullodellapassera.blogspot.it/2015/12/gina-ha-deciso-che-questo-blog-ha-piu.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Enzo...ho provato a leggere, ma non capisco...

      Elimina

La vita è così, stupisce

La vita è così, stupisce

Mi piace

  • Paolo Rumiz
  • Passenger
  • Walter Bonatti e Rossana Podestà
  • pita ghiros