lunedì 7 dicembre 2015

Malato grave

 
Così, stavo pulendo un po' casa. Ma non ero vestita da casa, indossavo i miei jeans, perchè tendenzialmente non mi piace essere vestita "da casa". Mentre lavoravo con i guanti gialli ben calzati, mi hanno chiamata al telefono, e dopo aver riattaccato ho infilato il cellulare nella tasca di dietro, per far svelta, e finire in fretta di passare il pavimento con lo straccio.
Vado su e giù con lo spazzolone, e ancora su e giù, poi urto con il braccio la scopa, che ovviamente cade, travolgendo un po' tutto (pattumiera, detersivo, paletta...). Qualcosa fa "splash!" e dal secchio esce bellamente una discreta quantità d'acqua. Io la tiro su immediatamente, chiedendomi con un certo stupore misto ad incredulità cosa mai avrà causato quello spostamento di masse idriche. Ma, troppo presa dal mio fervore detergente, purtroppo soprassiedo.
Ad un tratto (dieci minuti dopo) odo la mia allegra suoneria Nokia Brimful cinguettare. Porto una mano alla chiappa, ma il telefono non sta più lì. Con sgomento comincio a guardarmi attorno (magari inconsapevolmente l'ho riposizionato) e scopro con orrore che il trillo pare sopraggiungere dalle recondità della terra o dall'interno di un armadio saturo di coperte.
Insomma, non serve che vi dica altro.
Dopo una sommaria asciugatura a secco, ho proceduto con lo smontaggio e una raffinatissima phonatura. Ma il mio display continuava ad apparire variegato ed iridescente. Inoltre il telefono, come dotato di vita propria, seguitava ad accendersi e spegnersi a suo piacere.
Quindi ora giace in un sacchetto pieno di riso. Mi fa male proprio vederlo così, aperto e sviscerato, privo della forza vitale necessaria a produrre il suo lieto e whatsappante ti-tin.
Ogni tanto lo estraggo e gli sorrido dolcemente. Secondo me, ce la farà.

28 commenti:

  1. Guarda, te lo auguro, ma non ti dico come si e' ridotto il cellulare di mia madre la volta che e' caduto nell'acqua di mare... Insomma, non ce l'ha fatta. Purtroppo gli aggeggi elettronici temono tantissimo l'acqua.
    Pronta guarigione al telefono comunque! :)

    RispondiElimina
  2. A me è successo al mare. Stavo facendo una fantastica foto ad una conchiglia e SPLAT, lo smartphone di faccia sul bagnasciuga. L'ho ripreso subito e sembrava ancora vivo e integro, l'ho usato e sembrava tutto ok, poi però l'ho attaccato al caricabatterie ed è morto sul colpo. L'ho dovuto portare in assistenza per sostituirgli dei pezzi e ho aspettato un mese per riaverlo. Non ti dico la tragedia!

    RispondiElimina
  3. Immergilo in un chilo di riso (crudo e asciutto, non bollito o alla cantonese)..
    Dopo una giornata dovrebbe essere a posto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah! noto ora (alla buon'ora, aggiungerei), che l'hai già fatto. scusa.
      temo di non esser andato oltre la parola "chiappa", prima.

      Elimina
    2. "Tasca. Ti a esse ci a"."porto una mano alla tasca..." e avrei proseguito la lettura in maniera intonsa.
      Sono un ragazzo sensibile, in fondo...

      Elimina
  4. Io purtroppo credo tu debba andare in un euronics

    RispondiElimina
  5. _zzz mise inavvertitamente il suo iRobo in lavatrice nascosto in una tasca di pantaloni o qualcosa del genere ma... dopo il lavaggio torno' funzionante (anche se con qualche problema al visore).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho consegnato ieri all'assistenza, ma il ragazzo mi ha detto testualmente "io ci provo, ma tu non contarci"... :(

      Elimina
  6. Il problema è se comincia cantare una filastrocca che il suo programmatore, dell'Illinois, cantava mentre inseriva le istruzioni.
    'Giro, giro tondo, casca il mondo, casca ...'

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti, sarebbe un segnale inequivocabile ;)

      Elimina
  7. col natale alle porte, qualche offerta imperdibile nei maxistore si trova :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ti ci metti pure tu...era pieno di bellissime foto (non delle chiappe, che poi Vipero e Fra si alterano) che non avevo ancora scaricato!!!!!

      Elimina
  8. Cavolo, che disavventura per il tuo telefono... speriamo che l'amido del riso faccia il miracolo, e che riesca a tornare attivo e "trillante" più forte di prima :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Niente...non ha sortito effetto...

      Elimina
  9. È periodo. Il mio comprato ad aprile ha deciso che farsi venire delle fastidiose quanto immotivata crepe era cosa buona e giusta :(
    Chissà che mi dice l'assistenza...

    RispondiElimina
  10. Spero che il malato grave si sia ripreso ;-)).
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è ancora stata fatta una diagnosi, Carolina... :(

      Elimina
  11. Sefa un suono greve
    allora è grave

    Ho un Nokia 920 che non soppoprto,
    in caso di necessità...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, il mio era (nooo, ho usato il passato!!) il 520...cugini...

      Elimina
  12. I Nokia son quasi indistruttibili... ma quasi...
    facci sapere come sta il malato :P

    RispondiElimina
  13. Pensa alla tranquillità che può derivare dal non avere un cellulare, per di più smart, e ti rinfranchi di certo...

    RispondiElimina
  14. i Nokia sono resistenti, sono ottimista :)

    RispondiElimina
  15. il mio fu condannato al trapasso. amen.

    RispondiElimina

La vita è così, stupisce

La vita è così, stupisce

Mi piace

  • Paolo Rumiz
  • Passenger
  • Walter Bonatti e Rossana Podestà
  • pita ghiros