giovedì 24 maggio 2018

Nervosetta


A fine maggio le curve della mia intolleranza (generalizzata, non specifica) si allargano e si acutizzano. Al fine di preservare i bimbi e con la ferma intenzione di non mollare quel che resta della mia maestranza, divento fastidiosa col resto del mondo.
Sostengo che la gente mi risponde male.
Rispondo male alla gente.
Mi irrito con le persone che viaggiano a corrente alternata/umorali.
Viaggio a corrente alternata e sono decisamente umorale.
Dico agli altri che non devono leggere tra le righe, quando parlo.
Leggo tra le righe quando gli altri parlano.
In questo stato di perfetto disequilibrio faccio quello che non si dovrebbe mai fare sotto stress: metto giù bilanci, tiro conclusioni, estrapolo dettami e precetti da episodi (spesso) irrilevanti.
In buona sostanza però, screma che ti screma, due tavolette della legge, senza nessuna pretesa di universalità, le vorrei incidere.
1) non fare troppo la sborona e la prima donna: stai nell'ombra, che poi se ti metti nel cono di luce è un niente che ti chiamano in causa random (hai voluto la bicicletta? e adesso pedala). Come quando alle elementari tutti schimazzavano ma la maestra Anita sgridava sempre te perchè "ti si nota di più";
2) impara a chiudere qualche scomparto, una o due porte, un cancelletto. Non sempre gli altri sanno fermarsi sulla soglia, se tu non avvicini (con grazia) l'uscio;
3) spalanca il cuore a chi si prende in giro, a chi ironizza sulla sua natura imperfetta: solo chi conosce le sue debolezze accoglie quelle altrui;
4) ricordati di comperare la cioccolata bianca, che ti fa tanto bene.

20 commenti:

  1. spalanca il cuore a chi si prende in giro, a chi ironizza sulla sua natura imperfetta: solo chi conosce le sue debolezze accoglie quelle altrui

    Questa universalizziamola pure veh *.*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sí dai...anche se a tanti/e piace quell'austerità velata di mistrero...
      Io invece son sempre attratta da gente che ride.

      Elimina
  2. A me piace tanto, invece, la cioccolata fondente nerissima! Ma solo quella buona (non sono tutte lo stesso... non mi ricordo la marca, ahimè!).
    Ti abbraccio,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sai che mentre scrivevo della cioccolata bianca mi sono ricordata che a te piace quella strong???
      Veramente.

      Elimina
  3. io invece mi chiedevo con insistenza: ma la Teacher coi suoi capelli piccoli a che punto sarà? cioè crescono più veloci adesso che è primavera?
    poi la cioccolata bianca ci sta, a patto di abbinarci del pane, a me piaceva quella con dentro l'uvetta. E poi che altro? ah si dunque... Napoleone: difettiamo di statue equestri, tuttavia a venezia dal 2002 ne è tornata una originale... l'hanno pagata 350mila euro, ma rispetto a quello che gli ha rubato in opere d'arte quando è passato lui, hanno fatto un affare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pane tipo baguette e cioccolata tutta la vita.

      I miei capellini nuovi (ti avrei aggiornato a breve con foto dalla mia attaccatura in allegato) crescono un po', poi si arricciano stranamente e mi tocca strapparli via. E poi ne arrivano degli altri, pensa te.

      Elimina
  4. a me è piaciuto il passaggio sulla cioccolata bianca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli atleti disdegnano la cioccolata bianca però...

      Elimina
  5. Tirare conclusioni non è male.. bisogna solo vedere chi colpisci.. ;)

    RispondiElimina
  6. Periodo simile, anche se i bimbi io non li ho.

    Io di legge quando sto così ne ho solo una (che non sempre riesco a rispettare):

    01) Stai zitta

    ;)

    (prima o poi tornerò a esser morbida)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. É un consiglio? 😂
      Io temo che morbida tornerò con l'Alzheimer...

      Elimina
    2. ahahha no no nessun consiglio, parlavo per me, ma ti assicuro che a volte (se riesci a star zitta, mica è semplice) capisci che hai fatto la cosa migliore per te stessa

      Elimina
    3. Ah si si...ne sono certa...

      Elimina
  7. La soglia della mia tolleranza diventa estremamente labile a fine luglio/inizio agosto. Sento crollare tutte le barriere, in primis quella della pazienza.
    Come non capirti, dunque? Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, in quel frangente ti farò da sponda io...😍

      Elimina
  8. Perché dipende dai bimbi?
    Io allora anche senza...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No...i bimbi no...forse tutto l'insieme. Noi come scuola parentale facciamo gli esami tutti gli anni con tutte le classi ed é sempre un delirio...

      Elimina
  9. ahahahah il punti 4...è...è.... stupendo :p
    Per il resto, quando si è 'stanchi' mentalmente è facile che ci dia fastidio tutto ciò che siamo noi visto negli altri :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Detesto ad esempio chi si erge a giudice. Ecco, io lo sono stata, ed ero spietata, inflessibile...
      Da anni ho smesso di pensare ?questo é giusto" o "questo é sbagliato", quindi ogni forma di giudizio decade...
      Ma i giudici, ancora me li mangerei.

      Elimina

La vita è così, stupisce

La vita è così, stupisce

Mi piace

  • Paolo Rumiz
  • Passenger
  • Walter Bonatti e Rossana Podestà
  • pita ghiros